Il DANTEDÍ al MUSEO NAZIONALE del BARGELLO

Tutte le iniziative del #Dantedì21 al Bargello

Dalla chiusura dei restauri del ritratto di Dante nella Cappella della Maddalena  ai laboratori gratuiti per bambini e famiglie in partnership con Fondazione CR Firenze , dalla pubblicazione del catalogo della mostra «Onorevole e antico cittadino di Firenze» fino ai contenuti “danteschi” diffusi sui social:  tutte le iniziative del #Dantedì21 al Bargello

La chiusura della campagna di restauri degli affreschi di Giotto nella Cappella della Maddalena (all’interno della quale è conservato il più antico ritratto di Dante), una partnership con Fondazione CR Firenze, la pubblicazione del catalogo della mostra «Onorevole e antico cittadino di Firenze». Il Bargello per Dante e una serie di contenuti a tema che verranno diffusi sui profili social, è così che i Musei del Bargello festeggiano il 25 marzo, giornata in cui ricorre il Dantedì. A poco più di un mese dall’apertura della mostra - la cui inaugurazione è prevista per il 21 aprile – il Bargello comincia ufficialmente il conto alla rovescia e lo fa presentando alcune importanti iniziative.

Prima fra tutte la recente conclusione dei lavori di diagnostica e manutenzione degli affreschi che rappresentano il Paradiso realizzati da Giotto e dalla sua bottega all’interno della Cappella della Maddalena, dove si trova il più antico ritratto dell’Alighieri. I restauri, di cui si potrà ammirare il risultato in occasione della mostra, sono stati possibili grazie ad un’elargizione della Fondazione il Bargello onlus tramite ArtBonus e alla collaborazione istituzionale tra i Musei del Bargello e l’Opificio delle Pietre Dure, che ha curato le indagini diagnostiche e il restauro. La Fondazione il Bargello onlus ha inoltre realizzato un video sui lavori all’interno della cappella di cui, a partire dal 25 marzo, sarà disponibile un’anteprima sul sito fondazioneilbargello.it (appena messo online e realizzato, insieme alla brand identity, dallo Studio Neri Torrigiani).

A questo si aggiunge l’accordo con la Fondazione CR Firenze, che contribuirà alla realizzazione della mostra e al finanziamento di una serie di laboratori gratuiti per i bambini e le famiglie dedicati alla scoperta di Dante e della Firenze del Trecento che si svolgeranno durante l’apertura delle due esposizioni dedicate al sommo poeta (la prima «Onorevole e antico cittadino di Firenze». Il Bargello per Dante con inizio ad aprile, l’altra, La mirabile visione. Dante e la Commedia nell'immaginario simbolista, è in programma a settembre) che il Museo Nazionale del Bargello ha in programma nel 2021, anno in cui ricorre il 700esimo anniversario della morte dell’Alighieri.

Nel giorno in cui in tutta Italia si celebra la figura di Dante, uscirà inoltre in libreria il catalogo, in italiano e in inglese, della mostra «Onorevole e antico cittadino di Firenze». Il Bargello per Dante (Edizioni Mandragora, 380 pagine) curata da Luca Azzetta, Sonia Chiodo, Teresa De Robertis e nata nell'ambito di una collaborazione tra i Musei del Bargello e i Dipartimenti di Lettere e Filosofia (DILEF) e di Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo (SAGAS) dell’Università di Firenze, con il patrocinio del Comitato Nazionale Celebrazioni 700° anniversario della morte di Dante Alighieri e del Comitato “700 Dante” del Comune di Firenze.

Grazie al ricco volume, con contributi di ventisei studiosi di diverse discipline, si potrà così conoscere in anteprima il contenuto dell’esposizione dedicata al rapporto tra Dante e Firenze negli anni immediatamente successivi alla sua morte. Bandito dalla città e costretto ad un esilio quasi ventennale, il poeta e la sua Commedia furono oggetto di straordinario interesse e studio a Firenze, tanto che, ancor prima della metà del Trecento, lo storico Giovanni Villani lo celebrava tra gli uomini illustri della città con la frase che dà il titolo alla mostra, mentre i Podestà di Firenze facevano inserire il suo ritratto nell'affresco raffigurante il Paradiso nella Cappella del Palazzo del Bargello. Il volume è arricchito da illustrazioni a colori delle opere in mostra e dei manoscritti miniati e corredato da un prezioso atlante fotografico finale delle pitture murali della cappella del Podestà.

Inoltre, in questa giornata celebrativa andrà in onda in prima visione su Rai Storia (alle 22:30) il documentario “Dante, antico e onorevole cittadino di Firenze” di Eugenio Farioli Vecchioli con la regia di Eva Frerè e i Musei del Bargello saranno attivi sui loro canali social – Instagram, Facebook e Youtube - per offrire al pubblico materiali, contenuti e altri spunti di riflessione a tema dantesco, in particolare attraverso la pubblicazione di video recentemente prodotti che hanno come temi la mostra, il rapporto tra Dante e il Bargello e il recente restauro degli affreschi giotteschi della Cappella del Podestà.