IL CORONAVIRUS NON HA FERMATO I BAMBINI DELL'ISTITUTO GONNELLI

La tavoletta di Adamo del Bargello protagonista di un percorso didattico bello quanto imprevisto

   I bambini delle classi quarte della Scuola primaria dell’Istituto “G. Gonnelli” di Gambassi Terme e Montaione non si sono fermati neanche con il lockdown, portando avanti con entusiasmo e determinazione, il loro progetto dedicato ad una tavoletta d’avorio del Museo Nazionale del Bargello. Adamo nel Paradiso terrestre è una tavola eburnea risalente al V secolo d.C., conservata nella sala Carrand del Museo Nazionale del Bargello, in cui è raffigurato l’episodio biblico di Adamo che assegna un nome agli animali nel giardino dell’Eden.

   Già nel 2016 la Scuola secondaria del “Gonnelli aveva donato al Museo  una copia tattile della tavoletta per raccontare l’opera grazie al contatto epidermico. Nell’anno scolastico 2019/2020 la scuola primaria dello stesso istituto ha avviato un ulteriore progetto didattico dedicato all’accessibilità delle opere d’arte: questa volta l’intento era di realizzare un audiolibro “per vederel’opera attraverso dialoghi e musiche. All’inizio dell’anno scolastico i docenti hanno presentato la “tavoletta”, invitando i bambini all’ascolto del passo della Genesi, all’osservazione e denominazione degli animali. A novembre si è svolta una visita al Museo per ammirare e scoprire dal vero la magia e il fascino  dell’originale: in una cornice da favola i bambini hanno partecipato  ad un  laboratorio propedeutico, con operatrici didattiche specializzate, incentrato sugli avori e su un itinerario musicale finalizzato alla realizzazione dei dialoghi. Tornati a scuola, infine, sono state scelte le musiche per il sottofondo, selezionata la voce per interpretare le parole di Adamo e iniziate anche le prime registrazioni.

A marzo, la brusca interruzione, causa Coronavirus!
Questa situazione emergenziale ha costretto, insegnanti e bambini, a rivedere tutto sotto un’altra prospettiva

“fai quello che puoi, con quello che hai, nel posto in cui sei!”
“Ogni problema”
come diceva Ezio Bosso “è un’opportunità”

   Il Coronavirus ha cambiato molte cose, non solo nella scuola, ma non ha fermato neanche i bambini del Gonnelli che, ancora affascinati dalla bellezza del manufatto in avorio, hanno percorso accompagnati dai propri insegnanti, strade alternative e realizzato un progetto nuovo e altrettanto affascinante. I bambini, attraverso modalità inconsuete “a distanza”, hanno lavorato individualmente,  si sono messi in gioco, schierando in campo tutte le loro doti artistiche: in questo modo un progetto che rischiava di perdersi è rinato assumendo una forma completamente rinnovata.

I docenti hanno selezionato e condiviso delle immagini, tratte dal bestiario medievale, corredate di brevi didascalie relative ad aspetti simbolici e religiosi, informazioni scientifiche sui vari animali. Ai bambini è stato invece richiesto di scegliere e di disegnare l’animale preferito, cercando di stimolare in loro la creatività e di risvegliare un mondo di emozioni e di suggestioni legato all’intero progetto.

   Il nuovo progetto ha voluto dare l’opportunità ai bambini di riflettere sulle caratteristiche che contraddistinguono l’unicità di ciascuna creatura vivente, riconoscendo le peculiarità intrinseche degli animali, da sperimentare come chiave di lettura, per prendere consapevolezza delle proprie emozioni, dei propri punti di forza e di debolezza. La percezione consapevole del proprio essere e del mondo circostante diviene premessa fondamentale per l’annullamento di ogni distanza e per l’apertura verso “l’altro” da sé. I Musei del Bargello sono orgogliosi di essere stati testimoni di un progetto che ha avuto la forza e il coraggio di non fermarsi. Per questo siamo felici di condividere con voi i disegni dei nostri giovanissimi artisti.


Al rientro a scuola, come sottolineano i docenti, si realizzerà la parte più emozionante e suggestiva

quello che si svilupperà sarà’ pura magia…
arte come terapia che fa bene al cuore"