FANTASIA E TECNICA NELLE MAIOLICHE DEL RINASCIMENTO - Visita alla collezione

Le notti dell'Archeologia XIX Edizione

Dal 29 giugno al 4 agosto tornano Le notti dell'Archeologia, un appuntamento ricco di aperture straordinarie serali e notturne, eventi dedicati nei musei, aree e parchi archeologici della Toscana.
Filo conduttore di questa XIX edizione sarà, Arte e techne, tematica che valorizza le componenti estetiche ed artistiche delle collezioni e in generale del patrimonio culturale dalla preistoria a oggi, con uno sguardo attento sia alle tecniche di realizzazione dei manufatti artistici che alla tecnologia disponibile dai tempi più remoti, in continua evoluzione.

In quest'occasione, al Museo Nazionale del Bargello, venerdì 12 luglio a partire dalle ore 17.30 si svolgerà la visita alla collezione delle maioliche. La visita sarà focalizzata sulle tecniche di produzione delle fornaci ceramiche fra Medio Evo e Rinascimento, seguendo il tema proposto quest’anno per le Notti dell’Archeologia:  una particolare attenzione sarà riservata alle maioliche a lustri metallici prodotte nella Spagna durante la dominazione musulmana, che nel Quattrocento tanto successo riscossero presso le nobili famiglie fiorentine e toscane. Si potranno vedere esempi di piatti e vasi decorati prendendo a modello le xilografie poste a corredo dei primi libri a stampa o le incisioni e i disegni dei più famosi pittori del Rinascimento; alcuni di questi artisti inoltre furono ingaggiati da alti prelati, nobili e reggenti per progettare serviti di vasellami suntuosi, con figurazioni tratte dalla mitologia e dalla storia antica, spesso arricchiti dall’emblema araldico del committente.
La visita a cura del dott. Marino Marini, curatore delle raccolte di ceramiche dei Musei del Bargello, avrà la durata di un'ora ed è compresa nel costo del biglietto d'entrata al Museo.

Punto di ritrovo presso il Cortile del Museo Nazionale del Bargello, lungo il porticato all'altezza dell'entrata della mostra attualmente in corso Verrocchio, il maestro di Leonardo.
Nr. max di partecipanti 35 persone