CONCERTO ALLA CAPPELLA DEI PRINCIPI - CAPPELLE MEDICEE

H. 12.00 Musica Iuxta Crucem - F. J. HAYDN per quartetto d'Archi

Il giorno 20 aprile in occasione del sabato Santo presso la Cappella dei Principialle ore 12.00, il Quartetto d'archi Del Kelis Ensemble si esibirà in Musica Iuxta Crucem.
Commissionata nel 1786 e in origine (1787) scritta per orchestra, con il titolo Musica instrumentale sopra le 7 ultime parole del nostro Redentore in croce ovvero Sette Sonate con una introduzione ed alla fine un Terremoto, fu riscritta per quartetto d'archi e ha conosciuto anche una riduzione per tastiera operata dall'editore di Haydn, con l'approvazione del compositore. Fu rimaneggiata da Haydn in forma di oratorio per soli coro e orchestra tra il 1795 e il 1796. La prima assoluta fu eseguita il 30 maggio 1794 nella Cattedrale di Passavia.
      La composizione fu commissionata da don José Sáenz de Santa María per le celebrazioni del Venerdì Santo nella chiesa della Santa Cueva di Cadice, ove si teneva una particolare cerimonia in occasione dei riti cristiani della Passione: nella chiesa completamente oscurata da pesanti panni scuri, il celebrante recitava in latino le sette parole (brevi frasi) che la tradizione cristiana ricorda come le ultime pronunciate da Gesù sulla croce. Dopo l'enunciazione di ogni parola il celebrante ne proponeva un commento al quale seguiva un intervento musicale in funzione meditativa.
Il Museo ha voluto quindi  -dopo la realizzazione del Sepolcro il giovedì Santo tradizionalmente realizzato in collaborazione con la Basilica di San Lorenzo-  celebrare la vigilia della Pasqua con un’opera altamente evocativa e significativa per questo momento della vita cristiana.

Museo delle Cappelle Medicee
in collaborazione con
Associazione Insieme per San Lorenzo
Cappella dei Principi
20 APRILE 2019 ore 12.00
F. J. Haydn
Le ultime sette parole di Cristo sulla Croce
per quartetto d'archi
Quartetto Del Kelis Ensemble

                                                                                                                                         Ingresso con il biglietto del Museo

Il Kelis Ensemble è costituito da giovani e brillanti strumentisti laureati presso importanti istituzioni italiane ed estere che si sono distinti in concorsi nazionali e internazionali. Fondato nel 2016 da Paola Besutti, che ne è il direttore artistico, l’Ensemble si caratterizza non solo come gruppo d’archi ma si propone anche in formazioni cameristiche. I componenti si alternano in una varietà di repertori e di ruoli, improntando il lavoro secondo una logica di mutua collaborazione e interazione reciproca. Il Kelis ha suonato per importanti istituzioni quali la FAR di Reggio Emilia, il Teatro Pavarotti di Modena, e la rassegna Il Suono Giovane al Museo di Casa Martelli di Firenze, dedicata alle formazioni emergenti e ai nuovi talenti italiani. Ha collaborato con famosi solisti tra i quali i flautisti Andrea Oliva e Michele Marasco nell’esecuzione dei Concerti Brandeburghesi di Bach, ottenendo lusinghieri consensi di pubblico e di critica.

L’associazione
Insieme per San Lorenzo è nata nel 2004 da un gruppo di residenti e commercianti del quartiere di San Lorenzo, decisi a contribuire al rilancio e alla riqualificazione economica, sociale e culturale del quartiere. Fin dalla sua costituzione, tra gli scopi dell’associazione, sono previste l’ideazione e la promozione di iniziative culturali volte alla valorizzazione del patrimonio storico e artistico del quartiere di San Lorenzo. Negli anni sono stati organizzati numerosi eventi: rassegne musicali in sedi prestigiose, visite guidate alla scoperta di luoghi rappresentativi della storia del quartiere e ancora poco noti, incontri culturali, convegni tematici su temi di attualità che coinvolgevano i cittadini, laboratori creativi destinati ai più piccoli. Innumerevoli le collaborazioni avviate con associazioni culturali, istituzioni ed enti privati, tutte accomunate dal desiderio di creare occasioni di condivisione e cittadinanza attraverso la diffusione di pratiche di solidarietà sociale e di cura dei beni comuni. 
MUSEO DELLE CAPPELLE MEDICEE
Piazza di Madonna degli Aldobrandini, 6 - 50123 Firenze