News

UN PROGETTO DIDATTICO PER I MUSEI DEL BARGELLO

Bando pubblico per il finanziamento di un progetto per nuovi percorsi didattici

Il Museo Nazionale del Bargello promuove l'ideazione di nuovi percorsi didatiici per giovani e famiglie, con un bando che prevede il finanziamento di un progetto con un importo di € 5.000,00 (IVA inclusa).

L'obbiettivo è l'avvicinamento al patrimonio dei musei da parte di un'utenza giovane e di cittadini interessati ai numerosi aspetti culturali rappresentati dalle ricchissime collezioni di musei del Bargello.

Gli interessati sono invitati a scaricare il bando, cliccando su "dettagli".

LEZIONI SUL RELIQUIARIO DI MONTALTO

Un ciclo di 8 incontri, il sabato mattina al Museo Nazionale del Bargello

Il Museo Nazionale del Bargello ha il piacere di presentare un ciclo di lezioni sul Reliquiario di Montalto, splendido manufatto di oreficeria francese del XIV secolo, temporaneamente esposto presso il museo, dal 24 settembre 2017 al 31 gennaio 2018, nella Cappella della Maddalena del Museo del Bargello, su gentile concessione del Museo Sistino Vescovile di Montalto.

Le lezioni consentiranno di approfondire la storia di questo capolavoro dell'oreficeria e i segreti di una tecnica preziosa e difficile, quella dello smalto ‘en ronde bosse’, che permetteva di ricoprire il metallo di colori splendenti anche nelle parti in aggetto, donando una lucentezza che gareggia con quella delle gemme e delle perle.

Gli otto incontri previsti, tenuti da importanti studiosi di oreficeria ed arte medievale, si terranno il sabato mattina presso il Museo Nazionale del Bargello, nel Salone di Donatello. La partecipazione è libera con il semplice acquisto del biglietto d'ingresso al museo.

Vedi i "Dettagli" per scaricare il programma.

LA SCELTA DEL CURATORE

Uno stampo per dolci del Museo Nazionale del Bargello

 

Manifattura dell’Italia centro-settentrionale
Stampo per dolci in maiolica
XVII-XVIII secolo
Firenze, Museo Nazionale del Bargello, inv. 472 Maioliche

Nei "Dettagli" una breve scheda sull'opera a firma del dott. Marino Marini, archeologo presso il Museo Nazionale del Bargello.