News

I SABATI A CASA MARTELLI

AMORE E POESIA

Sabato 27 aprile alle 11 il Museo di Casa Martelli aprirà il suo Salone da Ballo per accogliere tre diversi cicli Liederistici in un solo concerto, tutti incentrati intorno al tema dell'amore incompiuto.

 

LIBERATE LA VOSTRA VOGLIA DI ARTE, VISITATE I MUSEI DEL BARGELLO

Bargello, Cappelle Medicee e Davanzati gratuiti il 25 APRILE - #IOVADOALMUSEO

I Musei del Bargello vi invitano alla loro giornata di ingresso gratuito predisposta per il 25 aprile nell’ambito del programma del Ministero per i beni e le attività culturali #IOVADOALMUSEO. Un modo per avvicinare turisti e cittadini all’arte e celebrare la Festa della Liberazione offrendo la possibilità di visitare gratuitamente le principali realtà facenti parte del circuito: il Museo Nazionale del Bargello, il Museo delle Cappelle Medicee e Palazzo Davanzati.

In una giornata emblematica per la storia della Nazione, i Musei del Bargello vogliono aprirsi ad un numero più ampio di visitatori (abbattendo eventuali barriere economiche), avvicinare le persone all’arte e alla bellezza e, se possibile, stimolare in tutti una riflessione sulle proprie origini e sulla propria storia.

VERROCCHIO, IL MAESTRO DI LEONARDO

Mostra - SEZIONE SPECIALE Museo Nazionale del Bargello 9 marzo - 14 luglio 2019

 La prima grande retrospettiva dedicata a una delle figure simbolo del Rinascimento, la mostra riunisce capolavori di Verrocchio e dei più famosi artisti dell’epoca.
Verrocchio, il maestro di Leonardo
presenta, per la prima volta a Palazzo Strozzi con una sezione speciale al Museo Nazionale del Bargello, straordinari capolavori di Andrea del Verrocchio.   

Sezione speciale Museo Nazionale del Bargello
La mostra collega idealmente Palazzo Strozzi col Museo del Bargello: luoghi espositivi distinti, ma complementari, di un percorso articolato in undici sezioni, di cui nove a Palazzo Strozzi e due al Museo del Bargello dedicate al tema dell’immagine di Cristo. Vi sarà esposta l’Incredulità di san Tommaso, capolavoro bronzeo di Verrocchio.
Sono lieta di questa sinergia con la Fondazione di Palazzo Strozzi – dichiara Paola D’Agostino, Direttore dei Musei del Bargello – che ha dato vita a una mostra unica, realmente articolata in due sedi.Desidero ringraziare per questo il Direttore di Palazzo Strozzi, Arturo Galansino, per aver avviato insieme questa straordinaria sinergia istituzionale. La prima esposizione monografica dedicata a Verrocchio ne illustrerà le origini, la collaborazione con talentuosi giovani artisti e la fondante influenza anche nel primo Cinquecento. In questo senso il Museo Nazionale del Bargello, con la sua celeberrima collezione di scultura rinascimentale, è luogo privilegiato e imprescindibile per delineare l’importanza di un’artista così singolare e di una bottega che ha plasmato un’intera generazione di maestri del XV secolo, in Italia e in Europa.

Per la prima volta è allestita al Bargello l’Incredulità di san Tommaso, apice della scultura del Verrocchio e capolavoro d’ingegno fusorio. Il gruppo monumentale divenne l’opera più celebrata e imitata in scultura in quegli anni, come dimostrano le opere allestite nelle sezione. L’ultima sala della mostra è dedicata al raro Crocifisso ligneo di Verrocchio e declina l’influenza fondante che il grande maestro ebbe anche in questa tecnica. 

Verrocchio, il maestro di Leonardo – Sezione speciale Museo del Bargello
Sede: Firenze, Museo Nazionale del Bargello
Periodo: 9 marzo - 14 luglio 2019
A cura di: Francesco Caglioti e Andrea De Marchi
Promossa e organizzata da: Musei del Bargello, Firenze, Fondazione Palazzo Strozzi, Firenze
Con la collaborazione della: National Gallery of Art, Washington DC
Con la partecipazione di: Opera Laboratori Fiorentini – Civita
Orari: Domenica - Giovedì: 8.15 – 17.00 (ultimo ingresso alle 16.20)
           Venerdì - Sabato: 8.15 – 19.00 (ultimo ingresso alle 18.20)
Chiusura settimanale: la 2. e 4. Domenica del mese e il 1. 3. e 5. Lunedì del mese
           Biglietti: Intero: € 9,00; Ridotto possessori di Biglietto Palazzo Strozzi: € 6,00
           Ridotto giovani (dai 18 a 25 anni): € 2,00; Gratuito: minori anni 18 e categorie indicate per legge
           Ingresso libero per i possessori di UAM Pass

IL CHERUBINI A CASA MARTELLI

Ciclo di concerti gratuiti, ogni primo giovedì del mese alle ore 17.00

Per tutto l’anno, il Salone da Ballo del Museo ospiterà un ricco programma di concerti del Conservatorio di Musica “Luigi Cherubini”, grazie a una collaborazione che vede coinvolti, oltre ai Musei del Bargello e il Conservatorio, anche il Kunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Plank-Institut, generoso prestatore del pianoforte, e il Centro Studi Luigi Dallapiccola.

Il Direttore dei Musei del Bargello — Paola D’Agostino — ha dichiarato di essere molto lieta della prosecuzione della tradizione di raffinati concerti da parte di giovani musicisti nel salone di Casa Martelli e di una collaborazione che rinsalda la trama di rapporti che i Musei del Bargello continuano a tessere con le istituzioni culturali della città gigliata.

Il ciclo di concerti, distribuiti con cadenza mensile alle ore 17.00 di ogni primo giovedì del mese (ad eccezione di agosto), ha avuto inizio giovedì 7 febbraio con la pianista Lavinia Bertulli, che ha suonato brani di compositori fra il Romanticismo e la sperimentazione novecentesca con il Carnaval Op. 9 di Schumann, lo Studio trascendentale “Chasse neige” di Liszt e la Sonata in Fa diesis minore n. 3 di Skrjabin.

 

QUANDO I SENSI VEDONO AL DI LA' DEL VISIBILE

Visite e laboratori multisensoriali al Museo del Bargello e Palazzo Davanzati

Animati dall’entusiasmo raccolto nel corso degli eventi passati, a partire da venerdì 19 aprile prossimo, i Musei del Bargello offriranno nuovamente un ciclo di visite e di laboratori multisensoriali, riservati a persone con disabilità visive. Le sedi che ospiteranno tale iniziativa saranno il Museo Nazionale del Bargello e il Museo di Palazzo Davanzati.

Le esperienze vissute in questi anni, raccontate dai visitatori e dalle stesse guide, parlano di momenti di incontro davvero speciali, in cui, a differenza di ciò che normalmente accade nelle relazioni appena instaurate, ogni tipo di "muro" o "barriera" svanisce all’istante, rendendo la comunicazione spontanea e profonda.
La “percezione” si fa “psicologia” e la Bellezza incontra, attraverso invisibili sentieri, l’ Essere profondo di chi la viene a cercare. Grazie a questi percorsi le immagini mentali prendono forma e le rappresentazioni interiori si dipingono di nuova vita. Le visite, gratuite per i disabili visivi e relativi accompagnatori, saranno guidate da un'operatrice dotata di una grande esperienza a riguardo. 

MUSEO NAZIONALE DEL BARGELLO
h. 10.00-12.00                                    
L’Essenziale è invisibile agli occhi                                                                                         
venerdì 19 aprile e 7 giugno 2019
MUSEO DI PALAZZO DAVANZATI
h. 10.00-12.00
Voci, odori e suggestioni di un’antica dimora fiorentina
venerdì
17 maggio 2019

In Dettagli il PROGRAMMA e le modalità d'accesso

TRASCORRI LA PASQUA AI MUSEI DEL BARGELLO

Vacanze pasquali all’insegna dell’Arte e della Storia

I Musei del Bargello rimarranno aperti durante il periodo delle vacanze pasquali per offrire a tutti l’opportunità di immergersi tra le bellezze dei cinque palazzi storici che compongono il circuito museale. I Musei del Bargello sono un gruppo museale, di recente costituzione, di cui fanno cinque importanti realtà che hanno un profondo legame con la storia di Firenze e che custodiscono alcune delle più prestigiose e significative collezioni d’arte scultorea e decorativa del Rinascimento: il Museo Nazionale del Bargello, il Museo delle Cappelle Medicee, Palazzo Davanzati, Orsanmichele e il Museo di Casa Martelli.

In breve, le nostre aperture:
Museo Nazionale del Bargello
, aperto sia a Pasqua che il Lunedì dell’Angelo (orario 8.15 -17.00)
Museo delle Cappelle Medicee, aperto dalle 8.15 alle 14.00 della domenica di Pasqua e, in via straordinaria, dalle 8.15 alle 18.00 del Lunedì di Pasquetta.
Palazzo Davanzati, aperto nel pomeriggio di domenica 21 (orario 13.15-19.00) e nella mattina del lunedì 22 (orario 8.15-14.00).
Museo di Casa Martelli, (ingresso gratuito) aperto domenica 21 dalle 9.00 alle 14.00.
Complesso di Orsanmichele: Chiesa (sempre aperta dalle 10.00 alle 17.00); il Museo (aperto gratuitamente lunedì 22 dalle 10.00 alle 16.50).
I Musei del Bargello saranno aperti anche il 25 aprile (con ingresso gratuito) e il prossimo 1 maggio. La vostra Pasqua è a portata di Museo.

Vi aspettiamo.

AL MUSEO DELLE CAPPELLE MEDICEE PER LE FESTIVITÀ PASQUALI

Il Museo fa gli straordinari per accogliere i visitatori

Al Museo delle Cappelle Medicee sono state predisposte tre giornate di apertura straordinaria pomeridiana per rispondere al meglio alle esigenze di quegli amanti dell'arte, della storia della famiglia Medici e del Rinascimento fiorentino che vorranno trascorrere al Museo alcune ore durante il periodo delle festività pasquali. 

Nelle giornate di venerdì 19, sabato 20 e lunedì 22 aprile la Direzione dei Musei del Bargello (circuito museale di cui le Cappelle Medicee sono parte integrante) ha disposto un’estensione dell’orario di apertura pomeridiano che garantirà l’apertura al pubblico dalle 8.15 alle 18.00. Inoltre il Museo delle Cappelle sarà visitabile anche il giorno di Pasqua, domenica 21 aprile, con orario 8.15-14.00. 

MUSEO DELLE CAPPELLE MEDICEE
Piazza di Madonna degli Aldobrandini, 6
50123 Firenze

GLI AMBASCIATORI DELL'ARTE VI ASPETTANO AI MUSEI DEL BARGELLO

Crescere dialogando: giovani messaggeri di Bellezza

Anche quest’anno i Musei del Bargello aderiscono al progetto “Ambasciatori dell’Arte”, come percorso di Alternanza Scuola Lavoro nei luoghi della cultura dell’anno scolastico 2018-2019.

A partire dal prossimo 2 marzo gli studenti provenienti da vari Istituti Scolastici di Istruzione Superiore di Firenze e provincia, dopo un apposito percorso di formazione (curato dai servizi educativi dei Musei del Bargello, con la collaborazione della Fondazione Teatro della Toscana e con il supporto costante dei loro docenti), offriranno ai visitatori dei Musei ospitanti attività di accoglienza e visite guidate, in lingua italiana ed altre lingue comunitarie.

L’ avventura formativa dei ragazzi coinvolti si concluderà l’8 giugno prossimo e si configura come una straordinaria opportunità per i visitatori che si lasceranno condurre, attraverso la Bellezza dell’Arte e della Storia, lungo questo itinerario di crescita e di confronto.

VENITE A SCOPRIRE I NOSTRI TESORI SU INSTAGRAM!

@bargellomuseums: un patrimonio storico-artistico al servizio della community social

Sul nostro profilo Instagram @bargellomuseums potrai compiere un tour virtuale e conoscere le meraviglie conservate nei Musei del Bargello.

L’account ufficiale dei Musei del Bargello vi mostra le opere custodite all’interno delle cinque realtà che ne fanno parte: Museo Nazionale del Bargello, Cappelle Medicee, Orsanmichele, Casa Martelli e Palazzo Davanzati.

Vi sveleremo i capolavori da non perdere e i luoghi iconici dei Musei del Bargello raccontati attraverso scatti suggestivi e curiosità. Con noi potrai scoprire la più importante collezione di sculture al mondo ma anche pregiate raccolte di bronzetti, smalti, maioliche, arazzi, mobili, tessuti e tanto altro ancora.

Seguici per rimanere aggiornato sui prossimi eventi ed iniziative e per raccontarci la tua esperienza!

 

@BARGELLOMUSEUMS #MuseidelBargello

CONCERTO ALLA CAPPELLA DEI PRINCIPI - CAPPELLE MEDICEE

H. 12.00 Musica Iuxta Crucem - F. J. HAYDN per quartetto d'Archi

Il giorno 20 aprile, in occasione del sabato Santo presso la Cappella dei Principi, il Quartetto d'archi Del Kelis Ensemble si esibirà in Musica Iuxta Crucem. In collaborazione con Associazione Insieme per San Lorenzo.
Il concerto prenderà avvio alle ore 12.00.
Su musiche di F. J. Haydn, Le ultime sette parole di Cristo sulla Croce, saranno eseguite da Sara Pastini e Fausto Cigarini al violino, Lara Albesano alla viola, Lorenzo Cosi al violoncello. Direzione artistica a cura di Paola Besutti.

Il Museo ha voluto -dopo la realizzazione del Sepolcro il giovedì Santo tradizionalmente realizzato in collaborazione con la Basilica di San Lorenzo-  celebrare la vigilia della Pasqua con un’opera altamente evocativa e significativa per questo momento della vita cristiana.

Museo delle Cappelle Medicee

in collaborazione con
Associazione Insieme per San Lorenzo

Cappella dei Principi
20 Aprile 2019 h.12.00
F. J. Haydn
Le ultime sette parole di Cristo sulla Croce
per quartetto d'archi
Quartetto Del Kelis Ensemble

Ingresso con il biglietto del Museo
MUSEO DELLE CAPPELLE MEDICEE
Piazza di Madonna degli Aldobrandini, 6 - 50123 Firenze

I GIOVEDÌ DI CASA MARTELLI

A servizio in Casa Martelli: una livrea, un cocchiere e la guardaroba di una casa

Museo di Casa Martelli
Giovedì 11 aprile 2019
ore 17.00

A servizio in casa Martelli: una livrea, un cocchiere e la guardaroba di una casa
a cura di:
Monica Bietti, Paolo Peri, Concita Vadalà, Francesca Fiorelli Malesci

La recente donazione al Museo di Casa Martelli di due livree, entrambe acquistate sul mercato fiorentino dopo l’alluvione del 1966, ci permette di porre l'attenzione sulla moda maschile e l'abbigliamento nell’ambito delle classi più esclusive, fra gli ultimi decenni del XVIII secolo e i primi decenni dell'Ottocento.

Entrambe destinate all’esposizione nelle sale del museo, dove da oggi faranno ritorno, consentono di dare maggior vita a questi ambienti sventuratamente spogliati dai loro oggetti d’uso, e dalle cose che costituiscono l’anima di una residenza storica.


Se ne parlerà giovedì 11 aprile alle ore 17.00 al Museo di Casa Martelli con Paolo Peri, Concita Vadalà, Francesca Fiorelli Malesci. Introduce Monica Bietti.

MUSEO DI CASA MARTELLI
Via Ferdinando Zannetti, 8
50123 Firenze
tel + 39 055 0649420
mn-bar.casamartelli@beniculturali.it

PALAZZO DAVANZATI APRE LE PORTE ALLA PRIMAVERA

Dal 19 marzo il museo riapre dopo i lavori di riallestimento del piano terra

Il Museo di Palazzo Davanzati accoglierà i visitatori con gli ambienti a piano terra riallestiti con fine di dare maggior risalto e visibilità esterna al Museo. 

In particolare è stata realizzata l’apertura di tutti e tre i portoni del Palazzo che affacciano su via di Porta Rossa, protetti da controporte in vetro per aprire il loggiato d’ingresso alla più ampia comunicazione visiva con l’esterno.

Come illuminato dalla memoria della sua più antica e nobile funzione di spazio aperto e semipubblico offerto alla città, la loggia d'ingresso si mostra rinnovata immaginandosi pronta ad accogliere eventi e manifestazioni culturali da condividere con la comunità civile. 

Il nuovo ambiente potrà accogliere laboratori didattici, eventi, mostre, conferenze e concerti, per nuove occasioni di confronto e comunicazione, lasciando tuttavia ai visitatori la possibilità di concentrare l'attenzione sul Museo, la sua architettura e le sue collezioni. 

Per festeggiare questa nuova stagione di progetti, Sabato 23 marzo alle ore 16.00 verrà offerto ai visitatori del Museo di Palazzo Davanzati il concerto dal titolo " PALAZZO DAVANZATI APRE LE PORTE ALLA PRIMAVERA".  

Il concerto è realizzato con la generosa collaborazione del TEATRO DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO che offre l'esibizione grazie alla disponibilità dei cantanti e dei musicisti dell'ACCADEMIA del MAGGIO MUSICALE FIORENTINO e grazie anche al contributo dell'Associazione degli Amici dei Musei di Palazzo Davanzati e Casa Martelli ONLUS. 

PALAZZO DAVANZATI
Sabato 23 marzo 2019, ore 16
Via Porta Rossa, 13 - Firenze
Accesso con biglietto del Museo fino ad esaurimento dei posti disponibili

PER AVER DIPINTO A BERSO' ANIMALI, VOLATILI E FIORI: GAETANO GUCCI E LE COMMITTENZE MARTELLI

Conversazione a cura di Clarissa Morandi

Giovedì 28 marzo 2019 alle ore 17.00, avrà luogo presso il Museo di Casa Martelli la conversazione "... Per aver dipinto a Bersò Animali, volatili e fiori...": Gaetano Gucci e le committenze Martelli a cura di Clarissa Morandi.

L'iniziativa ha lo scopo di voler approfondire l'aspetto decorativo della stanza al pian terreno del palazzo, il cosiddetto “giardino d’inverno” o bersò, realizzata dal poco noto decoratore  fiorentino Gaetano Gucci, sicuramente attivo fra il 1782 ed 1802. La conversazione offrirà l’occasione per esaminare un’altra delle creazioni decorative del pittore, eseguita un decennio dopo il delizioso salottino di Teresa Pucci al primo piano, commissionato anch’esso dall’allora proprietario Balì Marco Martelli.

 

UNA GIORNATA A INGRESSO GRATUITO AI MUSEI DEL BARGELLO #IOVADOALMUSEO

In occasione del Premio David di Donatello

Una giornata a ingresso gratuito ai Musei del Bargello mercoledì 27 marzo. La giornata, costituisce una delle date di speciale apertura gratuita per il 2019 programmate dal MiBAC e decise dalla direzione dei Musei del Bargello.

Mercoledì 27 marzo in occasione della 64ᵃ edizione dei Premi David di Donatello organizzata dalla Fondazione Accademia del Cinema Italiano e trasmessa in diretta in prima serata su RAI1, sarà possibile entrare gratuitamente al Museo Nazionale del Bargello, al Museo delle Cappelle Medicee e a Palazzo Davanzati.

La giornata è stata scelta per omaggiare la scultura originale di Donatello  -conservata nel Salone al primo piano del Museo Nazionale del Bargello-  che ha ispirato la statuetta protagonista del Premio fin dalla sua nascita nel 1956. Il modello della riproduzione in oro della scultura del David fu realizzata da Bulgari e da allora questo modello è stato utilizzato per premiare ogni anno le eccellenze del Cinema italiano
L’eccellenza del linguaggio artistico espresso da Donatello e il simbolo di rinascita incarnato dal giovane Eroe, rappresentavano gli ideali di una società che tentava di uscire dai tempi bui abbracciando la rinascita del Dopoguerra. L’opera di Donatello scelta quindi come simbolo di genialità, creatività, per premiare la nuova Arte ed in particolare la settima.

#IOVADOALMUSEO Il 27 marzo premiatevi anche voi col David di Donatello, l’originale, e venite a scoprire gli altri tesori conservati ai Musei del Bargello.

NUOVO REGOLAMENTO PER GLI INGRESSI GRATUITI

Una settimana consecutiva di gratuità e altri 12 giorni durante l'anno

Dal 28 febbraio 2019 è entrato in vigore il nuovo regolamento che disciplina gli ingressi gratuiti ai Musei Statali.

La nuova normativa prevede, durante l’anno, 20 giorni di gratuità così suddivisi:

-          ogni prima domenica del mese da ottobre a marzo;

-          dal 5 al 10 marzo, in occasione della SETTIMANA DEI MUSEI;

-          8 nuove giornate da utilizzare a discrezione dei musei.

Più nello specifico, il calendario delle giornate gratuite del 2019 per i Musei del Bargello sarà organizzato come disposto di seguito:

3 marzo prima domenica del mese
dal 5 al 10 marzo 2019 Settimana dei Musei
27 marzo in occasione del premio David di Donatello
25 aprile festa della Liberazione
9 maggio festa dell’Europa
2 giugno festa della Repubblica
24 giugno festa di San Giovanni Santo patrono di Firenze
29 settembre in occasione della manifestazione “Corri la Vita”
6 ottobre prima domenica del mese
13 ottobre giornata nazionale delle famiglie
3 novembre prima domenica del mese
30 novembre festa della Toscana
1 dicembre prima domenica del mese

Inoltre, la nuova regolamentazione prevede l’ingresso ai musei a 2 euro per i visitatori dai 18 ai 25 anni durante tutti i giorni che non prevedono la gratuità.

Le medesime condizioni si applicano ai cittadini di Paesi non comunitari “a condizione di reciprocità”.

Restano invariate le condizioni di gratuità già disposte nel D.M. 507/97 .

Testo del decreto – G.U. 13 febbraio 2019 

 

LA SAGRESTIA NUOVA NEL MUSEO DELLE CAPPELLE MEDICEE

La forza della luce di Michelangelo

Si è aperto un nuovo capitolo nella fruizione della Sagrestia di Michelangelo Buonarroti nel Museo delle Cappelle Medicee a Firenze, grazie a un progetto di illuminazione, manutenzione e restauro promosso dai Musei del Bargello in partnership con Lottomatica, che è storicamente impegnata nella valorizzazione del patrimonio artistico italiano.

I maggiori storici dell’arte hanno evidenziato come architettura, scultura e uso della luce naturale siano profondamente connesse nell’arte di Michelangelo. Capolavoro del rinascimento italiano, la Sagrestia Nuova di San Lorenzo è esemplare di come l’artista fiorentino lavorasse sulle fonti luminose: Michelangelo infatti oltre ai gruppi scultorei e alle decorazioni ha progettato anche l’edificio, con le finestre sui vari ordini architettonici, e la lanterna della cupola.

L’illuminazione progettata da Michelangelo era funzionale alla comprensione del percorso simbolico e narrativo ideato dallo stesso artista, in particolare per le sue splendide sculture: ma le condizioni di luce risultavano mutate. Grazie alle nuove tecnologie e a un sapiente uso della luce, è stata realizzata una nuova illuminazione che evoca, dopo oltre tre secoli, le condizioni luminose vicine a quelle create da Michelangelo per la Sagrestia Nuova.

Il progetto è stato eseguito dallo storico dell’arte e restauratore Antonio Forcellino, cui si deve anche un’attenta pulitura della Madonna col Bambino e dei Santi Cosma e Damiano, e dal maestro delle luci Mario Nanni, con la collaborazione della dottoressa Monica Bietti, storico dell’arte Responsabile del Museo delle Cappelle Medicee, e dell’architetto Maria Cristina Valenti Responsabile tecnico dei Musei del Bargello.

Paola D’Agostino, Direttore dei Musei del Bargello ha spiegato che «la collaborazione con Lottomatica ha permesso ai Musei del Bargello di completare un progetto biennale di manutenzione delle tombe Medicee e la realizzazione della nuova illuminazione della Sagrestia. La costante cura e la tutela delle opere d’arte sono obiettivi primari dei nostri Musei. Sono inoltre grata a Lottomatica per aver contribuito anche ad ideare un nuovo sistema di illuminazione per la stanza segreta di Michelangelo, che consentirà, in futuro, di poter ammirare in sicurezza gli affascinanti disegni che vi si conservano».

«Sosteniamo da sempre progetti nell’interesse della collettività – ha dichiarato Fabio Cairoli, AD di Lottomatica. In ogni iniziativa cerchiamo di condividere e raccontare i valori alla base della nostra idea di crescita, come l’innovazione tecnologica, l’inclusione sociale e la valorizzazione culturale. Realizzare un restauro della luce significa sviluppare un approfondito lavoro di ricerca storico-artistica, oggi possibile grazie alle più innovative tecniche di illuminazione. Per questo motivo abbiamo voluto promuovere il restauro, per far riscoprire, con una nuova luce, il meraviglioso lavoro di Michelangelo».

Un restauro della luce come nuova frontiera, che testimonia un’evoluzione nella tutela dei beni culturali: alla conservazione e al restauro si è affiancata anche una sensibilità filologica alle condizioni di fruizione e quindi all’interpretazione delle opere del nostro passato.

# SETTIMANA DEI MUSEI

Dal 5 al 10 Marzo accesso a tutti i luoghi della cultura statali gratuito per tutti!

Con la Settimana dei Musei (5-10 marzo 2019) si identifica, a partire da quest'anno, un periodo preciso di lancio della stagione museale con tutti i musei statali gratuiti.

Si tratta di una settimana ad ingresso gratuito dal martedì alla domenica in tutti i Musei statali italiani.
Un'occasione per spingere i cittadini e le famiglie a visitare i nostri bellissimi musei e ammirare le meraviglie in essi custodite.

Anche i Musei del Bargello partecipano alla Settimana dei Musei promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. L’iniziativa, accompagnata dallo slogan Io vado al Museo, rappresenta un incentivo per promuovere la cultura per tutti, abbattere le barriere economiche e favorire l’inclusione sociale.

Sarà quindi un’ulteriore occasione per conoscere, scoprire o riscoprire i musei fiorentini che fanno parte del gruppo dei Musei del Bargello.


#SettimanaDeiMusei
#IoVadoAlMuseo

ALLA SCOPERTA DI LEONARDO SCULTORE

Visite animate per famiglie con bambini tra i 5 e gli 11 anni nel Museo del Bargello

L’anno nuovo, dedicato alle celebrazioni leonardiane, si apre con tre appuntamenti speciali per le famiglie nella terza domenica dei mesi di gennaio, febbraio, marzo.

   Tre percorsi diversi per conoscere protagonisti e opere della Firenze dei Medici e per approfondire la formazione del
   giovane Leonardo nella bottega del Verrocchio, uno dei più grandi scultori del Quattrocento.
  
Sempre attraverso un approccio ludico e coinvolgente, per far vivere a tutti i partecipanti un’esperienza immersiva
   nell’arte e nella storia.

La Firenze dei Medici - domenica 20 gennaio 2019 h. 11.00-12.30
Nella bottega di Verrocchio scultore - domenica 17 febbraio 2019, h. 11.00-12.30
L’incredulità di San Tommaso: maestro e allievo - domenica 17 marzo 2019, h. 11.00-12.30

La visita animata per famiglie con bambini (tra i 5 e gli 11 anni) è compresa nel biglietto di ingresso, che varia in base alle gratuità e riduzioni di legge (ingresso gratuito minori di 18 anni).
I posti sono limitati, la prenotazione è consigliata. È anche possibile recarsi direttamente il giorno dell’attività al punto di ritrovo, in biglietteria, 30 minuti prima dell’inizio, per verificare se ci sono ancora posti disponibili.

INFO e PRENOTAZIONI:
Tel:
331 8882770 (lunedì e mercoledì dalle h. 15.00 alle 18.00) - E-mail: info@immaginar.io

UAM PASS: IL NUOVO BIGLIETTO LUNGO UN ANNO

I Musei del Bargello al servizio degli amanti dell'arte

Dal 1 gennaio 2019, i Musei del Bargello ampliano l’offerta e le modalità di visita con l’introduzione di nuove tipologie di bigliettazione. Oltre a mantenere le tariffe e i singoli biglietti in vigore per ciascun istituto, (Bargello 8 euro, Cappelle Medicee 8 euro, Davanzati 6 euro), sarà possibile acquistare un biglietto cumulativo al costo di 18 euro (valido 3 giorni dalla data di emissione) e, soprattutto la grande novità:
la possibilità di acquistare lo UAM Pass, la tessera annuale al costo di € 50,00.
  
Questa tessera offre un numero di accessi illimitato a tutto il gruppo dei Musei del Bargello, garantisce la priorità di ingresso, la possibilità di visitare le mostre senza maggiorazione del biglietto, la partecipazione gratuita a visite guidate, conferenze, eventi, laboratori per famiglie e concerti durante l’apertura dei Musei. Consente inoltre di usufruire del 15% di sconto nei bookshop dei Musei del Bargello. Lo UAM Pass può essere acquistato presso le biglietterie dei Musei del Bargello (Cappelle Medicee, Palazzo Davanzati e Museo Nazionale del Bargello) oppure online.

Il nuovo Pass si inserisce in più ampio e articolato piano di comunicazione e promozione il cui fine è favorire la miglior conoscenza di questo complesso museale la cui genesi organizzativa è relativamente recente.

MOSTRE E ATTIVITA' SCIENTIFICA

I Musei come strumento per promuovere la conoscenza dell’arte

Le collezioni dei Musei del Bargello sono tra le più ricche ma non per questo si rinuncia a incrementarle per arricchire l’offerta culturale al pubblico. Due recentissime acquisizioni saranno oggetto di esposizione al pubblico nel 2019.

Sul finire del 2018 una cospicua donazione è stata riservata al Bargello da Roberto Mazzucconi: 60 maioliche italiane databili fra il XV e il XVIII secolo dei più rinomati centri di produzione (Deruta, Faenza, Montelupo, Urbino, Pesaro, Siena); a queste si sono aggiunti anche 14 vetri veneziani e toscani del XVII-XVIII secolo. Al Davanzati è giunto invece un raro e ricco corpus di disegni (105 fogli) realizzati a inchiostro e a matita da Giovanni Alfonso Samarco di Bari nella prima metà del Seicento. Si tratta di una straordinaria e raffinata raccolta sul tema dei ricami, di gran moda a complemento dell’abbigliamento di quel secolo.

L’impegno espositivo più ampio e ambizioso del 2019 sarà sicuramente la mostra dedicata ad Andrea del Verrocchio, maestro di Leonardo, organizzata dai Musei del Bargello e dalla Fondazione di Palazzo Strozzi, in collaborazione con la National Gallery di Washington, in programma dall’8 marzo al 14 luglio 2019.

COMUNICAZIONE, PROMOZIONE, EVENTI E DIDATTICA

I Musei del Bargello al servizio degli amanti dell'Arte

Il nuovo Pass si inserisce in più ampio e articolato piano di comunicazione e promozione il cui fine è favorire la miglior conoscenza di questo complesso museale la cui genesi organizzativa è relativamente recente.

I Musei del Bargello comprendono ben cinque gioielli monumentali (Bargello, Cappelle Medicee, Palazzo Davanzati, Orsanmichele e Casa Martelli), ciascuno con una propria storia e identità ma tutti saldamente legati tra loro da una fitta trama di connessioni e rimandi storico-artistici. I cinque musei sono inoltre i luoghi privilegiati attraverso i quali scoprire, leggere e ammirare, attraverso le sue testimonianze scultoree, la storia dell’arte rinascimentale fiorentina nel suo nascere e divenire.

Passaggi importanti di questo messaggio comunicativo sono stati, nel 2018, la presentazione della nuova denominazione, dell’identità visiva unitaria e il lancio di una campagna social sul nuovo profilo Instagram.

 

RESTAURI, RIALLESTIMENTI E GRANDI LAVORI STRUTTURALI

I Musei del Bargello al servizio del Patrimonio

Nei Musei del Bargello è in corso un ampio programma di rinnovamento che investe soprattutto una nuova e più moderna filosofia espositiva.

In maniera graduale, e mantenendo l’obiettivo primario di garantire al pubblico la possibilità di accesso al maggior numero di sale possibile, molti ambienti sono stati ripensati e verranno riallestiti secondo più aggiornati criteri di allestimento, oltre a migliorare la sicurezza delle collezioni.

Si avrà cura inoltre di ampliare e rendere più moderni ed efficaci gli apparati didattici e la segnaletica di orientamento visitatori al fine di migliorare la fruibilità degli edifici monumentali e delle collezioni, nonché renderle più accessibili ai giovani e alla nuove fasce di visitatori dei nostri Musei.

PREPARATIVI PER LA MOSTRA: PORTIAMO L'INCREDULITA' DI SAN TOMMASO AL BARGELLO

Sabato 23 febbraio il Museo di Orsanmichele chiude per la movimentazione di un'opera

La complessa movimentazione dell'Incredulità di San Tommaso comporterà la chiusura del Museo di Orsanmichele per tutta la giornata di sabato 23 febbraio.

Il capolavoro di Verrocchio verrà, infatti, spostato al Museo Nazionale del Bargello dove sarà esposto dal 9 marzo al 14 luglio, in occasione della mostra "Verrocchio, il maestro di Leonardo".

Questa grande esposizione sarà allestita presso Palazzo Strozzi con una sezione speciale al Museo Nazionale del Bargello.

Un'occasione unica per poter ammirare questo capolavoro in un contesto completamente diverso, con un allestimento creato appositamente per valorizzare al massimo la bellezza e l'unicità di questa opera.

 

Il Museo di Orsanmichele riaprirà al pubblico, con regolare orario, lunedì 25 febbraio.

NUOVO ACCESSO AL TABERNACOLO DELL'ORCAGNA

Cerimonia di inaugurazione a Orsanmichele, sabato 8 dicembre 2018

Alla presenza del Direttore dei Musei del Bargello dott.ssa Paola D'Agostino, si svolgerà sabato 8 dicembre 2018, la cerimonia di inaugurazione del nuovo accesso al Tabernacolo dell'Orcagna nella Chiesa di Orsanmichele.

La cerimonia prenderà avvio alle ore 15.30 con il concerto dell'Istituto Diocesano per la Musica Sacra al quale seguirà la benedizione del Tabernacolo, impartita dal Cardinale Giuseppe Betori Arcivescovo di Firenze.
Alle ore 17.00, nella Chiesa di San Carlo dei Lombardi in via dei Calzaiuoli.verrà presentato il restauro e l'allestimento di una tavola del XVII secolo, Sant'Antonino e il giovane San Filippo Neri con veduta della cattedrale di Santa Maria del Fiore, proveniente da Orsanmichele.

Interverranno:
a Orsanmichele
Paola D'Agostino Direttore dei Musei del Bargello, Cardinale Giuseppe Betori Arcivescovo di Firenze, Giovanni Bettarini Assessore Urbanistica politiche del territorio, smart city, relazioni internazionali, cooperazione allo sviluppo locale, Eugenio Giani Presidente dell'Associazione Amici dei Musei Fiorentini

in San Carlo dei Lombardi
Monsignor Vasco Giuliani Rettore delle chiese di Orsanmichele e di San Carlo, Jennifer Celani Funzionario della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato

I NUOVI NUMERI TELEFONICI DEI MUSEI DEL BARGELLO

Museo Nazionale del Bargello, Cappelle Medicee, Orsanmichele, Casa Martelli, Palazzo Davanzati

Si comunica aI gentili visitatori che a partire dal mese di Settembre, i numeri di telefono dei Musei del Bargello sono cambiati. Per poterci raggiungere, potrete contattarci ai seguenti recapiti:

Museo Nazionale del Bargello
TEL. +39 055 0649440

Museo delle Cappelle Medicee
TEL. +39 055 0649430

Museo di Orsanmichele
+39 055 0649450

Museo di Casa Martelli
+39 055 0649420

Museo di Palazzo Davanzati
+39 055 0649460

FIRENZE FERITA E IL PONTE SANTA TRINITA

Inaugurazione della mostra, giovedì 20 dicembre ore 16.30, Palazzo Davanzati

Ritrovate inedite foto del ponte Santa Trinita dopo la guerra, scattate da una ragazza che sarebbe diventata tra le più note storiche dell’arte: Paola Barocchi. Una mostra e un libro raccontano questa storia e le memorie di guerra di Maria Fossi Todorow, scritte dall’allora diciassettenne durante il periodo dell’emergenza (agosto 1944).


Paola D’Agostino
Direttore dei Musei del Bargello
è lieta di invitare la S. V. all’inaugurazione della mostra

FIRENZE FERITA
e IL PONTE SANTA TRINITA
nel diario di Maria Fossi e negli scatti di Paola Barocchi

Giovedì 20 dicembre 2018 - h. 16.30
Palazzo Davanzati
Via Porta Rossa 13, Firenze

 

Intervengono:
Paola D’Agostino, Direttore dei Musei del Bargello; Donata Levi, Presidente della Fondazione Memofonte; Daniele Rapino, Curatore Responsabile del Museo Palazzo Davanzati; Tomaso Montanari, Università per Stranieri di Siena; Alessia Cecconi, Direttore Fondazione CDSE; Martina Nastasi, Fondazione Memofonte

IL TESORO DELLE CAPPELLE MEDICEE

Presentazione della guida dedicata ai Reliquiari del Tesoro di San Lorenzo

Sabato 26 gennaio 2019, alle ore 11:30, presso il Museo di Casa Martelli, verrà presentato il libro Il Tesoro delle Cappelle Medicee. 

Si tratta di una guida dedicata ai Reliquiari provenienti dal Tesoro della Basilica di San Lorenzo e oggi esposti presso il Museo delle Cappelle Medicee.

Il volume illustra e racconta gli oltre cento capolavori d’arte applicata raccolti o commissionati nei secoli dalla famiglia Medici a testimonianza della loro sincera devozione religiosa.

L'evento sarà introdotto da Paola D'Agostino, Direttore dei Musei del Bargello, e da Mons. Marco Domenico Viola, Priore dell'Insigne Basilica di San Lorenzo. Seguirà l'intervento di Dora Liscia Bemporad, studiosa specializzata nelle arti applicate e nell’oreficeria.

Saranno presenti Monica Bietti e Elisabetta Nardinocchi, curatrici del volume pubblicato da Sillabe.

 

 

'FIRENZE SU MISURA’, la guida dedicata all’alto artigianato fiorentino

Una nuova edizione rinnovata nel design e nei contenuti

Giovedì 6 dicembre 2018 si è svolta la conferenza stampa di presentazione del nuovo volume di Firenze su misura, la guida dedicata all'alto artigianato fiorentino nella nuova edizione rinnovata nel design e nei contenuti.

Sessanta artigiani fiorentini raccontano attraverso sei categorie - home décor, gioielleria, pelle, accessori, sartoria e profumi – una selezione dell’artigianato fiorentino e con esso il passato, il presente e il futuro della città stessa. Un viaggio suggestivo tra tradizione, manualità e creatività, attraverso botteghe ultracentenarie, ma anche laboratori di recente costituzione e artigiani che di queste arti si sono innamorati e che sono ritratti in questa nuova edizione.

I Musei del Bargello (nella nuova articolazione che comprende oltre allo stesso Bargello, capofila, Orsanmichele, Palazzo Davanzati, Casa Martelli e Cappelle Medicee) - spiega Paola d’Agostino, Direttore dei Musei del Bargello - raccontano attraverso le proprie collezioni, edifici e vicende storiche, lo strettissimo nesso tra sofisticata invenzione artistica ed esperta technè artigiana della città gigliata. Siamo lieti, quindi, di ospitare la presentazione di Firenze su misura proprio al Bargello che, con le sue collezioni enciclopediche di sculture e arti decorative, rende visibile l’eccellenza delle manifatture fiorentine del passato che trova ancora oggi eco nelle botteghe presentate in questa guida

Il video di presentazione Firenze su Misura è visibile su:
www.osservatoriomestieridarte.it
www.italia-sumisura.it

MUSEUM TIME SPECIALE BARGELLO

Il dono, la nascita, la festa. Visita animata per famiglie con bambini tra i 5 e gli 11 anni

Tornano nel periodo natalizio due appuntamenti di Museum Time dedicati alle famiglie per scoprire il Museo del Bargello. Bambine e bambini, genitori e nonni siete invitati a partecipare al nuovo percorso che, attraverso alcune significative opere della collezione, si collega al Natale e a tematiche universali come il dono, la nascita, la festa.

  Domenica 30 dicembre 2018 h. 11.00-12.30
 
Sabato 5 gennaio 2019, h. 16.00-17.30

 Visita animata per famiglie con bambini tra i 5 e gli 11 anni.

La visita animata è compresa nel biglietto di ingresso, che varia in base alle gratuità e riduzioni di legge (ingresso gratuito minori di 18 anni).
I posti sono limitati, la prenotazione è consigliata.
È anche possibile recarsi direttamente il giorno dell’attività al punto di ritrovo (ingresso del Museo, presso la biglietteria), 30 minuti prima dell’inizio, per verificare se ci sono ancora posti disponibili. 

INFO e PRENOTAZIONI
Tel:
331 8882770
(lunedì e mercoledì dalle 15.00 alle 18.00)
E-mail: info@immaginar.io

IN ATTESA DEL NATALE SCINTILLE DI LUCE AI MUSEI DEL BARGELLO

Le visite natalizie (ogni sabato dall'8 al 29 dicembre 2018) dedicate a bambini e famiglie

In occasione delle prossime festività natalizie, i Musei del Bargello propongono una serie di incontri rivolti ai piccoli visitatori.

Tali itinerari, piccole scintille di luce, saranno capaci di accendere, come le luci di un albero natalizio, l’immaginazione e la fantasia dei bambini e dei loro accompagnatori. I bambini saranno accolti e condotti da una guida esperta in una sorta di “viaggio” ideale, in un’atmosfera di gioco, di magia e di scoperta, attraverso l’arte e le suggestioni dei singoli Musei.

L’ingresso ai Musei e la visita guidata saranno gratuiti, con pagamento del biglietto per i soli adulti accompagnatori. Il numero dei partecipanti per gruppo sarà limitato ad un massimo di 10 bambini più relativi accompagnatori, in modo da rendere la visita maggiormente significativa e coinvolgente. Il numero complessivo massimo per gruppo sarà di 25/30 persone al Museo Nazionale del Bargello e 20 al Museo di Palazzo Davanzati.

La prenotazione, gratuita, è consigliata, con l’indicazione dei minori e degli adulti partecipanti, al numero di telefono 055/294883.

IL SABATO DEI MUSEI DEL BARGELLO

Le aperture straordinarie durante i mesi di Novembre e Dicembre 2018

Da martedì 6 novembre, il Museo Nazionale del Bargello e il Museo delle Cappelle Medicee riprenderanno l'orario di apertura ordinaria dalle 08.15 alle 14.00.

    Con l'inizio del mese di novembre si è chiusa infatti la lunga stagione, iniziata lo scorso aprile, delle aperture speciali fino alle 17.00. In questi mesi delle “belle stagioni” turisti, cittadini e amanti dell’arte in genere hanno approfittato   numerosi dell’orario prolungato dei due importanti musei di Firenze, dimostrando, nei numeri e nelle valutazioni di gradimento, l’efficacia della sperimentazione. Nella speranza di poter presto riproporre orari di accesso più estesi i cinque Musei del Bargello vi aspettano comunque numerosi anche nelle settimane con orario di apertura “mattutino”, invitandovi a seguire sul sito dei Musei le molte iniziative e aperture straordinarie che sono state predisposte per i prossimi mesi.

I Musei del Bargello, sono lieti di comunicare ai propri visitatori che durante i mesi di Novembre e Dicembre, offriranno alcune giornate di apertura prolungata; in particolare, il Museo Nazionale del Bargello sarà aperto i sabati del mese di Novembre (10, 17, 24) dalle ore 8.15 alle ore 18.00 e, il Museo delle Cappelle Medicee domenica 18 novembre, i cinque sabati del mese di Dicembre (1, 8, 15, 22, 29) e domenica 16 e 30 dicembre dalle 8.15 alle 18.00.

Inoltre, venerdì 30 novembre Orsanmichele sarà aperto dalle 14.00 alle 18.00 e sabato 1 dicembre  dalle ore 10.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30; negli stessi giorni infine, il Museo di Palazzo Davanzati osserverà il giorno 30 novembre l'orario di apertura straordinaria 8.15-18. 00 e il giorno 1 dicembre l'orario 9.15-19.00.

Vedi in Dettagli il PROGRAMMA

AL MUSEO DI CASA MARTELLI IL LUNEDI' POMERIGGIO

Visite guidate dal 5 novembre al 17 dicembre 2018


I Musei del Bargello
sono lieti di informare i gentili visitatori che presso il Museo di Casa Martelli, tutti i lunedì a partire dal 5 novembre e fino al 17 dicembre, ci sarà la possibiltà di partecipare a  visite guidate gratuite alle ore 15.00 e alle ore 16.00.


I visitatori potranno scoprire i segreti e la vita del Palazzo,
attraverso un intrigante percorso circolare: le stanze "paese" a piano terra tra le quali spicca l’affascinate Giardino d’inverno, l'elegante scalone che conduce al piano nobile, la magnifica quadreria, il Salotto giallo, la cappella privata, il Salone da ballo e la pregiata collezione di arredi.


L'appuntamento del lunedì nasce come incentivo alla più ampia conoscenza di questo straordinario gioiello, andando così ad arricchire l’offerta culturale di una giornata, in cui molte istituzioni museali restano chiuse.
Le visite guidate sono offerte dall’Associazione Amici dei Musei di Palazzo Davanzati e Casa Martelli.

MUSEO DI CASA MARTELLI
Via Ferdinando Zannetti, 8
50123 Firenze
tel + 39 055 0649420
mn-bar.casamartelli@beniculturali.it

In Dettagli il PROGRAMMA

OMAGGIO A ELIA VOLPI PITTORE - A PALAZZO DAVANZATI

La mostra è prorogata fino all'8 dicembre 2018

In risposta al gradimento manifestato dal pubblico, abbiamo il piacere di comunicare la proroga fino all' 8 DICEMBRE 2018 della mostra Omaggio a Elia Volpi pittore, nel Museo di Palazzo Davanzati

L'esposizione, allestita nella loggia d'ingresso, continuerà ad offrire il benvenuto ai visitatori introducendoli alla visita del museo con un nuovo racconto sulla poliedrica figura di Elia Volpi, considerato il padre  del Museo di Palazzo Davanzati, presentato nella sua veste più intima e meno conosciuta di pittore

Elia Volpi è noto soprattutto quale intraprendente collezionista/antiquario e artefice della ardita intuizione di restaurare l’antico Palazzo Davanzati per trasformarlo nel 1910 in un museo privato, arredandolo nello stile di una abitazione fiorentina tra Medioevo e Rinascimento. Nella sua vita si cimentò anche in una personale produzione artistica figurativa subito dopo la giovanile formazione presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze. 

Questa fase è poco nota ma non meno importante per restituire una visione a tutto tondo di questa complessa personalità. La mostra ripercorre la formazione e l’attività giovanile (dai primi anni Settanta all’inizio degli anni Novanta dell’Ottocento) del Volpi, attraverso l’esposizione di dipinti e disegni in gran parte inediti, pervenuti al museo grazie a donazioni e di alcune opere provenienti da collezioni private.

Tra le opere in mostra, il bozzetto per il ventaglio dipinto per la Regina Margherita nel 1885, raffiguirante la Regina seduta nel giardino delle Grazie e incoronata dal Genio d’Italia in mezzo alle Virtù morali e civili; il fascinoso Ritratto di Pia Lori, sua futura moglie, risalente al 1890 circa; il Ritratto di fanciulla del 1885, utilizzato come immagine rappresentativa della Mostra, che spicca per la grande modernità.

Dal 6 novembre, sarà esposto anche il dipinto, inedito, Donatello di fronte al Crocifisso di Brunelleschi, felice testimonianza dell’adesione di Elia Volpi alla pittura accademica di storia, con l’immaginaria ricostruzione del celebre aneddoto riportato nelle Vite di Giorgio Vasari. Il dipinto, un olio su tela, è entrato nella collezione di palazzo Davanzati nel 2014 a seguito della donazione di Erica Dozza, una delle eredi di Elia Volpi, che comprendeva tra l’altro disegni, documenti e oggetti appartenuti al Volpi stesso. L’opera andrà a sostituire le altre di collezione privata esposte nei primi mesi di apertura della mostra e molto apprezzate dal pubblico.

In esposizione anche una sezione multimediale e in particolare un video inedito, intitolato Elia Volpi nella quiete di Villa di Celle; il filmato presentato per la prima volta, contiene riprese girate in tempi e luoghi diversi introducendoci in alcuni momenti della vita privata di Elia e della sua numerosa famiglia attorno alla fine degli anni Venti del Novecento.
Inoltre, un pannello touch screen con le foto dell’album dedicato a La storia di Palazzo Davanzati permetterà di ricostruire la storia della “creazione” del Museo e di un vero e proprio modello di “fiorentinità”.

La mostra sarà quindi ancora visitabile, negli orari di apertura del Museo, fino all'8 dicembre 2018.

Con la Direzione di Paola D’Agostino, Direttore dei Musei del Bargello; Daniele Rapino, Responsabile del Museo di Palazzo Davanzati e Brunella Teodori, ideatrice e curatrice dell’esposizione.

FILIPPO LIPPI: ANNUNCIAZIONE MARTELLI

Riflessioni dopo il restauro. Giovedì 6 dicembre alle ore 17.00 a Casa Martelli

Presso il Museo di Palazzo Martelli
il giorno giovedì 6 dicembre alle ore 17.00 si svolgerà, alla presenza degli autori, la presentazione del volume degli atti sulla Giornata di studi intorno all’Annunciazione Martelli di Filippo Lippi. Riflessioni dopo il restauro.

Interverranno:
il Direttore dei Musei del Bargello Paola D'Agostino, Andrea Pessina Soprintendente ai Beni Archeologici. Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e le Province di Pistoia e Prato, Paolo Padoin Presidente dell'Opera Medicea Laurenziana, Monsignore Marco Domenico Viola priore della Basilica di San Lorenzo in Firenze e, Simonetta Brandolini D'Adda Presidente dell' Associazione Firends of Florence.

La presentazione è a cura di Keith Christiansen,

Evento organizzato in collaborazione con l' Opera Medicea Laurenziana e l'Associazione Friends of Florence.

MUSEO DI CASA MARTELLI
Via Ferdinando Zannetti, 8 - Firenze
tel + 39 055 0649420
mn-bar.casamartelli@beniculturali.

AI MUSEI DEL BARGELLO UN SABATO DI GRANDI EMOZIONI

String City: una festa della Musica, dell'Arte, della Bellezza

I Musei del Bargello anche quest'anno aderiscono alla terza edizione di Strings City, il primo festival diffuso dedicato agli strumenti a corda in Italia.

In particolare sabato 1 dicembre al Museo di Casa Martelli alle 11.15 gli strumentisti dell'Orchestra della Toscana si esibiranno nel concerto dal titolo ORTetto; protagonista la musica di Felix Mendelsshon Bartholdy e di C. Rolli. Nel pomeriggio alle 17.00 al Museo di Palazzo Davanzati il concerto Lamenti et Sospiri: Duetti amorosi nel XVII e XVIII secolo a cura del Conservatorio di Musica Luigi Cherubini di Firenze.

I concerti sono ad ingresso gratuito, fino ad esaurimento dei posti disponibili, con prenotazione tramite il sito internet: www.stringscity.it, dal 20 al 29 novembre 2018
Per informazioni: info@stringscity.it.
Infoline: 334 6738370.

   Strings City è una iniziativa del Comune di Firenze, a cura della Scuola di Musica di Fiesole, con il Conservatorio di Musica Luigi Cherubini, Maggio Musicale Fiorentino e Orchestra della Toscana, con la partecipazione di Amici della Musica Firenze Orchestra da Camera Fiorentina e con Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana e Tempo Reale, il contributo della Città Metropolitana di Firenze, il sostegno di Fondazione CR Firenze e di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, il supporto di Trenitalia, vettore ufficiale del festival, la media partnership di Rai Radio Classica e la collaborazione di New York Film Academy che curerà la documentazione video del festival.

AVVIO PROGETTO AMBASCIATORI DELL'ARTE E DELLA MUSICA (2018-2019)

Le adesioni entro il 29 novembre 2018

I Musei del Bargello anche per quest’anno scolastico 2018-2019 ospitano, promuovono e sostengono il progetto Ambasciatori dell'Arte e della Musica, nato con lo scopo di educare i giovani studenti al patrimonio artistico e sviluppare in loro il “sentimento di appartenenza ad una tradizione culturale comune e di corresponsabilità nella tutela”.
   
    Un'esperienza formativa che coinvolge gli studenti delle scuole superiori e che mira ad arricchirne il bagaglio storico-artistico. Gli studenti vestiranno i panni di mediatori culturali: conosceranno da vicino il variegato patrimonio custodito dai musei, si confronteranno con i visitatori, offriranno percorsi guidati e focus sulle principali opere d’arte. Al tempo stesso i giovani ambasciatori potranno mettere alla prova sul campo le specifiche capacità già acquisite durante gli studi; per questa ragione gli studenti potranno offrire anche visite in più lingue.

I docenti potranno reperire le informazioni necessarie per la partecipazione ai progetti attivati all’interno dei Musei del Bargello visitando il sito:
http://alternanzatoscana.blogspot.com

Le domande di adesione ai progetti attivati dai Musei del Bargello, scaricabili dal sito sopra indicato, devono essere inviate all’indirizzo e-mail:
mn-bar.alternanzascuolalavoro@beniculturali.it , entro e non oltre il 29 novembre prossimo.

MUSEI DA FAVOLA: IL PIACERE DELLA CONOSCENZA, LA PASSIONE DEL RACCONTO - PERCORSI A TEMA

Per bambini e ragazzi dai 7 ai 12 anni

Anche quest'anno i Musei del Bargello partecipano i Musei da favola, un progetto del Dipartimento Scuola e Giovani delle Gallerie degli Uffizi in collaborazione con la Fondazione FerragamoPolo Museale della Toscana e il Museo Salvatore Ferragamo.

Grandi e piccini sono invitati a scoprire l’arte e la storia della città in alcuni dei più importanti musei fiorentini: tanti percorsi a tema che conciliano il piacere della conoscenza alla passione del racconto.

Gli incontri sono gratuiti ed esclusivamente su prenotazione; si rivolgono a bambini e ragazzi da 7 a 12 anni accompagnati dai familiari (con pagamento del biglietto di ingresso ai musei per gli accompagnatori di età superiore ai 18 anni); ingresso gratuito al Museo Salvatore Ferragamo e Orsanmichele.

Le prenotazioni saranno aperte da mercoledì 26 settembre ore 10,00 e dovranno pervenire preferibilmente via e-mail.
Le Gallerie degli Uffizi - Divisione Educaziore Ricerca e Sviluppo - Dipartimento Scuola e Giovani
uffizigiovani@beniculturali. it - 055 284272

Vedi in Dettagli, il programma delle attività ai Musei del Bargello.

AI GIOVEDÌ DI CASA MARTELLI

Chi erano i cicisbei? Ragioni e modalità di un costume

Al Museo di Casa Martelli giovedì 15 novembre 2018 alle ore 17.00, con il prof. Roberto Bizzocchi, si parlerà di
Chi erano i cicisbei? Ragioni e modalità di un costume.

Nel Settecento, cicisbeo era chi viveva a fianco della moglie di un altro, uscendo con lei in società e tenendole compagnia giorno e sera, se non giorno e notte, apertamente e con l'approvazione del marito. Il costume era diffuso a tal punto tra la nobiltà italiana da farsi cifra di un'epoca e di una società, oggetto di discussione morale ed espressione artistica.

Museo di Casa Martelli
giovedì 15 novembre 2018
ore 17.00

Chi erano i cicisbei?
Ragioni e modalità di un costume
a cura di
Roberto Bizzocchi
Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili

MUSEO DI CASA MARTELLI
Via Ferdinando Zannetti, 8 - Firenze
tel + 39 055 0649420
mn-bar.casamartelli@beniculturali.it

In Dettagli l'approfondimento

NUOVA USCITA DEL MUSEO DELLE CAPPELLE MEDICEE

Cerimonia di premiazione del Concorso internazionale di progettazione

Lunedì 17 settembre, alle ore 11:00, presso la Sagrestia Nuova del Museo delle Cappelle Medicee si è svolta la cerimonia di premiazione dei progetti che si sono distinti nel Concorso internazionale di progettazione della nuova uscita del Museo delle Cappelle Medicee. L’evento ha rappresentato un’occasione per offrire un riconoscimento pubblico alle idee innovative che sono state presentate e un tributo a coloro che si sono spesi nello sforzo di dotare questo importante museo fiorentino di una nuova soluzione logista per l’uscita dei visitatori.

Sono intervenuti alla cerimonia, premiando i vincitori: la dottoressa Paola D’Agostino, Direttore dei Musei del Bargello, il dottor Andrea Pessina, Soprintendente della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato, l’architetto Silvia Moretti, Presidente della Fondazione Architetti di Firenze e il dott. Gennaro Miccio, Segretario regionale Mibac del Piemonte e Presidente della Commissione di valutazione del Concorso di progettazione.

Le proposte, moderne e allo stesso tempo compatibili con il delicato contesto architettonico e urbanistico preso in considerazione, hanno previsto la progettazione della copertura della nuova uscita, della scala di collegamento con gli ambienti interrati – dove troveranno spazio i servizi e il bookshop – e della nuova definizione del percorso museale. Il tutto con la volontà di valorizzare pienamente e permettere una migliore fruizione di un luogo singolare e unico della città di Firenze

Le Cappelle Medicee sono un museo la cui storia e articolazione architettonica è strettamente legata alla Basilica di San Lorenzo. In questo complesso monumentale si rispecchia la storia della città di Firenze e della sua famiglia più rappresentativa, i Medici, che ne ha adibito alcuni ambienti a luogo di sepoltura e memoria dei propri avi. In questo complesso maestri quali Brunelleschi e Michelangelo hanno dato forma alle loro innovative soluzioni architettoniche.

La sfida lanciata agli architetti di oggi era quella di confrontarsi con questa storia e con questi esempi e proporre una soluzione architettonica innovativa per dotare il Museo delle Cappelle Medicee di una nuova uscita per il pubblico.

Dal 1869 alcuni ambienti del complesso sono diventati un Museo Statale con un proprio accesso autonomo: la Sagrestia Nuova, opera magistrale di Michelangelo per progettazione architettonica e decorazione scultorea; la Cappella dei Principi, monumentale mausoleo della dinastia medicea realizzato in preziosi e rari marmi policromi; la Cripta, dove sono sepolti i Granduchi Medici e i loro familiari; la Cripta lorenese, che accoglie, oltre alle spoglie della famiglia dei Lorena, il monumento funebre a Cosimo il vecchio “Pater Patriae”. Dal 2014 il Museo delle Cappelle Medicee è diventato parte del gruppo dei Musei del Bargello e oggi è tra i monumenti più visitati a Firenze e in Italia.

L’esigenza di garantire le migliori condizioni di visita a un pubblico sempre in crescita ha dato un forte impulso a concludere i complessi lavori iniziati da diversi anni per dotare il Museo di una nuova uscita da collocare sul Canto dei Nelli e di adeguati e moderni spazi di servizio. Vista l’importanza storica e urbanistica dell’uscita la Direzione dei Musei del Bargello, d’intesa con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio (SABAP) per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato, ha quindi istituito una collaborazione con l'Ordine degli Architetti di Firenze e la Fondazione Architetti Firenze per bandire il concorso di idee progettuali, che è stato realizzato nel pieno rispetto dei principi di trasparenza e attraverso una procedura integramente informatizzata.

Seguendo i principi di competenza e trasparenza è stata nominata una Commissione di valutazione dei progetti composta da dirigenti e funzionari del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali: Gennaro Miccio, Segretario regionale per il Piemonte; Maddalena Ragni, già dirigente generale; Pia Petrangeli, dirigente dell’Ufficio Studi della Direzione Generale Educazione e Ricerca; Matteo Luca Ceriana, funzionario presso i Musei del Bargello; e Valerio Tesi, funzionario SABAP per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato. Membri supplenti Corrado Azzollini, Segretario regionale per il Veneto, subentrato alla dottoressa Ragni e Francesco Fortino, funzionario SABAP per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato.

Il Concorso di progettazione internazionale è stato indetto con un bando pubblicato il 15 novembre 2017 e ha visto la partecipazione di ben 118 concorrenti qualificati (tra professionisti abilitati, società di ingegneria, società temporanee di professionisti). Le proposte sono state valutate dalla Commissione di esperti che, al termine di una procedura aperta, anonima e integralmente informatizzata conclusasi lo scorso 22 giugno 2018, ha stilato una classifica diretta a indicare le migliori soluzioni progettuali.

Della procedura è stata data ampia pubblicità con una conferenza stampa, lo scorso 12 luglio, in cui sono state presentati il nominativo e le caratteristiche del progetto selezionato dalla Commissione. Lo Studio di Architettura Zermani e Associati di Parma è stato selezionato vincitore con un progetto che prevedeva l’impiego di un’area interrata, collegata alle Cripte, per la realizzazione dei nuovi servizi museali e la creazione di una nuova piazzetta soprastante, incastonata tra le mura della Sagrestia Nuova di Michelangelo e della Cappella dei Principi, dove i visitatori emergeranno salendo attraverso una scalinata di pietra. Per rispettare il contesto così ricco d’arte e di storia lo Studio Zermani ha scelto di impiegare forme lineari e materiali come la pietra forte di tradizione fiorentina, in armonia con le fabbriche adiacenti. Il progetto è anche un deciso inserimento contemporaneo a fianco dell’opera dei grandi maestri del passato, e l’intervento, attraverso un linguaggio preciso e minimale, stabilisce con chiarezza la propria autonomia formale.

La cerimonia di lunedì 17 settembre è stato il momento in cui lo Studio Zermani ha ricevuto il premio economico messo a bando pari a € 16.936,28 e ha avuto l'incarico di realizzare il progetto preliminare e poi l'esecutivo. Da quel momento l’uscita delle Cappelle Medicee passerà dalla fase progettuale alla fase esecutiva e si avvierà un processo operativo che, nel pieno rispetto delle procedure che regolano i lavori pubblici e dei vincoli di tutela sui beni culturali, trasformerà le idee progettuali in realtà.

Quella di lunedì è stata soprattutto, però, l’occasione per dare un riconoscimento al grande sforzo espresso da molteplici soggetti nell’ambito di questo Concorso di progettazione.

I concorrenti in primis: il bando prevedeva infatti che, oltre al vincitore, anche gli autori dei migliori 4 progetti ricevessero un riconoscimento con l’attribuzione di un premio economico fissato in termini proporzionali al punteggio di merito assegnato dalla Commissione valutatrice.

Questo è l’elenco dei primi cinque classificati e che lunedì hanno ricevuto una busta con il premio economico:

1° classificato: Studio di Architettura Zermani e Associati – Parma. Premio € 16.936;

2° classificato: RTP capogruppo Arch. Marco Castelletti – Erba. Premio € 4.657;

3° classificato: Studio Zero85 Architetti Associati – Montesilvano. Premio € 3.891;

4° classificato: Arch. Mario Bellini - Milano. Premio € 3.755;

5° classificato: Arch. Matteo Casari – Verdellino. Premio € 3.695.

Oltre ai 5 progetti vincitori di un premio economico è stato inoltre riservato spazio agli architetti artefici di ulteriori 5 soluzioni progettuali meritevoli di segnalazione:

  • Oliver Zei - Arch. Niccolò Galli;
  • Studio Albini Associati;
  • Luca Negrini;
  • RTP Arch. Serena Borea - Arch. Marina Di Guida - Ing. Piera Milione - Arch. Renato Rosa - Arch. Davide Uccello - Arch. Lorenzo Morra - Arch. Antonio Vitale;
  • RTP Arch. Floriano Poli - Arch. Teresa Lamanna - Arch. Paolo Zanasi - Arch. Valeria Pratellesi - Arch. Marco Ferri;

Questi soggetti hanno ricevuto un Certificato di Buona esecuzione del Servizio, utilizzabile a livello curricolare, come requisito di partecipazione e di merito tecnico, per la partecipazione a successive procedure di affidamento di servizi di architettura e ingegneria.

La cerimonia è stata, infine, l’occasione per ringraziare tutti quelli che hanno partecipato e contribuito alla realizzazione di questa importante impresa progettuale: i membri della Commissione che hanno svolto un meticoloso lavoro di selezione e valutazione dei singoli progetti; l'Ordine degli Architetti di Firenze e la Fondazione Architetti Firenze che hanno svolto un ruolo fondamentale nella definizione e gestione della procedura concorsuale; i dirigenti e funzionari dei Musei del Bargello, della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio (SABAP) per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali che, in una felice sinergia tra istituzioni ministeriali operanti nella città di Firenze, hanno lavorato con competenza e dedizione al buon esito di questo ambizioso e importante concorso di progettazione.

ISLAM E FIRENZE AL BARGELLO

Al Museo Nazionale del Bargello la mostra è prorogata fino al 4 novembre


Le sezioni della mostra Islam e Firenze, ospitate nelle sale del Museo Nazionale del Bargello, resteranno aperte fino al prossimo 4 novembre

Islam e Firenze. Arte e collezionismo dai Medici al Novecento è il titolo della grande mostra che rappresenta un’occasione unica per scoprire conoscenze, scambi, dialoghi e influenze tra le arti di Occidente e Oriente.

Si tratta di una sontuosa rassegna di arte islamica, curata da Giovanni Curatola, organizzata dagli Uffizi e dal Museo Nazionale del Bargello con importanti prestiti internazionali e anche opere significative da altri istituti del territorio fiorentino (Museo Stibbert, Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, Museo Bardini e la Villa medicea di Cerreto Guidi). 

Le quattro sezioni allestite nelle sale del Museo Nazionale del Bargello e dedicate ad altrettanti collezionisti che si sono distinti per il proprio gusto e per la propria passione per l’arte islamica, saranno ancora visitabili fino al prossimo 4 novembre. Nelle sale al pianterreno e al primo piano viene illustrato un periodo fondamentale di ricerca, collezionismo e allestimento museale tra la seconda metà dell’Ottocento e l’inizio Novecento.
In quegli anni Firenze era infatti frequentata da importanti collezionisti, italiani e stranieri, direttori di musei, curatori, tutti conoscitori ed estimatori di arte islamica.

Sarà un modo per conoscere meglio Louis Carrand e Giulio Franchetti (che in fin di vita donarono al Bargello gli oggetti d’arte raccolti nel corso della loro attività), Frederick Stibbert e Stefano Bardini (che trasformarono le proprie collezioni in veri e propri musei) e la cui attività collezionistica ha contribuito a scoprire, raccogliere e salvaguardare oggetti di grande pregio e rarità. 


Un percorso spettacolare, vario, e affascinante attraverso scambi e contaminazioni culturali che meritava un’occasione in più per essere scoperto o approfondito.